Progetto Pastorale 2015-16

Gesù chiamò a sé quelli che voleva perché stessero con Lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demoni (Mc. 3, 13)

Carissimi,
se ricordate, il piano pastorale dell’anno appena trascorso era: “Vogliamo vedere Gesù” dalla collaborazione alla corresponsabilità. Praticamente era un invito a focalizzare meglio il nostro Battesimo.

Con il Battesimo diventiamo discepoli, seguaci di Gesù. Siamo invitati cioè a 'stare con Lui' per conoscerlo, per imparare ad amarlo per ascoltare tutto quello che ha da dirci e da insegnarci, ma soprattutto perché solo Lui, il Maestro, il Figlio unigenito, può presentarci e farci conoscere il Padre. Solo stando con Lui, conoscendo Lui noi conosceremo noi stessi e riconoscendo in Lui il Padre ci scopriremo fratelli e corresponsabili per la costruzione di un mondo migliore e per la salvezza delle anime. Solo stando con Lui impareremo a fare ed essere la sua Chiesa.

Il luogo che Gesù Maestro ha scelto per insegnarci la lezione della vera vita è la S. Messa. La S. Messa è la palestra dove noi assieme a Lui e sotto la sua guida impariamo piano piano ad offrirci, attraverso il pane e il vino per il bene comune. Questa è la Comunione. Questa è la Chiesa. Questo è l’amore.

Il Piano pastorale di quest’anno 2013 - 2014, che tra l’altro combacia con quello della Diocesi (Missione e Ministeri), vuole farci approfondire il Sacramento della Cresima. La novità è che questo progetto non riguarda solo la nostra Parrocchia ma coinvolge anche quelle del Paradiso, Pieve Ponte e Maria della Pace, cioè quelle Parrocchie che formano l’Unità pastoraleMater Ecclesiae.

Il tema-slogan che abbiamo scelto è “Ite! Missa est”, cioè “Andate! La Messa è compiuta” come liturgia dentro l’aula magna, adesso vivetela fuori, ovunque andiate. La Comunione fatta qui dentro continui anche fuori di qui. Ecco allora la frase di Papa Francesco che abbiamo aggiunto come didascalia: “Occorre andare incontro agli altri, verso le periferie, verso quelli che sono più lontani.

Se con il Battesimo diventiamo discepoli di Gesù, con la Cresima Lui ci comanda di essere Apostoli: “Andate! Ricevete lo Spirito Santo”. Andate e predicate il Vangelo. Fatemi conoscere da tutti. Battezzate, cacciate i demòni, vi riconosceranno da come vi amerete e da come saprete amare. Non abbiate paura, non vergognatevi. “Ecco io sono con voi tutti i giorni”.

Cacciare i Demòni significa eliminare tutto ciò (il peccato) che impedisce l’amore e nuoce al bene comune. Discordie, ingiustizie, menzogne, divisioni, egoismi, interessi personali.

Faenza, Ottobre 2013
Il Parroco, P. Giorgio Busni

Le pagine del nostro sito impiegano cookie necessari alla fornitura del servizio. Cliccando su Ok ne consenti l'uso.