Gruppo di coordinamento parrocchiale
Incontro del 29 settembre 2017

Identità francescana della parrocchia

Il parroco ha spiegato che è importante ritrovare l’identità della nostra parrocchia.

Si farà memoria dei parroci defunti (P. Paolino, P. Renato) e di alcuni punti di riferimento della parrocchia (P. Filippo e P. Guglielmo). Per loro sono state fissate le messe in memoria.

Il carisma presente nella nostra parrocchia è FRANCESCANO.

Povertà (rifiuto sistematico di ogni forma di potere), carità, predicazione e servizio.

Si è attivata una collaborazione con la provincia, che si concretizza nell’ambito delle vocazioni e delle missioni. Le iniziative sono:

- Conoscere S. Francesco: PAROLE FRANCESCANE (vedi sotto più dettagli);
- Weekend missionario per incontrare tutte le fasce: 12-13 novembre;
- Campo missionario a Imola (da verificare – forse fine agosto);
- Campo vocazionale (da verificare)

Inoltre saranno valorizzate le feste francescane:

- 3/10 (Transito – a S. Chiara),
- 4/10 (S. Francesco),
- 2/8 (Perdono di Assisi)

PAROLE FRANCESCANE è una iniziativa a cura del MoFra (Movimento Francescano Italiano), che prevede un percorso di 2 anni con una formula che in passato si è rivelata molto efficace. Incontri brevi di 50 minuti circa, durante i quali dei relatori (esperti chiamati appositamente) affrontano un tema, una “parola” legata al carisma francescano. Sono previsti 20 incontri all’anno (circa 3 volte al mese), per cui ogni “parola” viene affrontata in 4 incontri.

È rivolto ai giovani (18-35 anni) e per questo la sera scelta è il venerdì. In ogni caso, gli adulti interessati possono partecipare.

Caritas

Il parroco ha espresso il desiderio che sempre più persone e soprattutto anche i giovani vengano coinvolti nell’esperienza caritativa, per passare da un “gruppo caritas” a una comunità caritativa. Ha inoltre lanciato alcune proposte nate nella Unità Pastorale:

- Visitare le prostitute (una realtà vicina a noi sulla via Emilia)
- Visitare i senza dimora

A proposito della prostituzione è stata segnalata una petizione della comunità Papa Giovanni XXIII denominata “Questo è il mio corpo” che ha lo scopo di estendere a livello nazionale la scelta di alcuni sindaci di multare il cliente di prostituzione. Si può firmare online: http://www.questoeilmiocorpo.org/petizione

Catechismo

Parte il 7 ottobre con “spirito francescano”.

Doposcuola

La responsabile è Marta Costa che è disponibile dalle 14 alle 17. Ci sono circa 15 bambini. Si cercano volontari e Lucia si sta attivando per rendere possibile accogliere dei ragazzi delle scuole medie superiori per esperienza di alternanza scuola-lavoro particolarmente indicata per gli studenti con indirizzo umanistico.

Festa della famiglia

Pur sapendo della difficoltà che comporta organizzare questo evento, si è convenuto che è importante valorizzare la “famiglia” e in questa ottica bisogna fare il possibile per mantenere la festa. Vedere come semplificare il lavoro, ma mantenere il segno. Non potrà essere l’ultima domenica di novembre come da tradizione, perché è stato spostato a quella data la festa del Circolo.

Festa del circolo

Ricorre il 40-esimo anniversario, e sono state organizzate alcune attività:

- Martedì 21 novembre: filmato
- Sabato 25 novembre: commedia
- Domenica 26 novembre: festa che, invece di chiamare un “cappuccino lontano” coinvolgerà tutti i già-cappuccini-lontani degli anni precedenti e i soci fondatori.

Azione cattolica

Ha presentato alcune iniziative meglio dettagliate nei volantini fuori dalla chiesa (tra cui 18-19 novembre, a Fognano, ritiro di Avvento con assistente nazionale).

SINODO DIOCESANO DEI GIOVANI

(Questo punto è integrato da quanto detto nel Consiglio Pastorale Diocesano del 9/10 – Balducci Paolo)

Il vescovo Mario ha indetto un sinodo dei giovani diocesano, in preparazione al sinodo dei giovani universale voluto da papa Francesco. Anche a livello diocesano si vuole compiere un cammino insieme ai giovani: sono necessarie tutte le componenti della Chiesa, e tutti (non solo i giovani) devono collaborare con il vescovo per il bene dei giovani e della comunità. Nel contesto attuale i giovani hanno maggiore bisogno di accompagnamento e la Chiesa vuole ascoltare le loro difficoltà, i loro dubbi, le loro critiche e le loro richieste.

L’obbiettivo è che i giovani diventino COSTRUTTORI dell’edificio spirituale della Chiesa, e persone capaci di costruire la società.

Il primo anno (2017-2018) è una fase preparatoria, per cui è stata istituita una commissione.

Il 23 novembre la commissione diocesana incontrerà i giovani della nostra Unità Pastorale, nel teatro della nostra parrocchia.

È distribuito in parrocchia (chiedete al Parroco) e in diversi luoghi un vade-mecum (“Chiamati alla Gioia”) con alcune indicazioni. Il vescovo raccomanda di diffonderlo e leggerlo, in special modo tra i responsabili dei consigli parrocchiali.

Eventi su cui la Diocesi deve convergere questo anno sono:

- Sabato 2 Dicembre (I di Avvento – dedicata alla Fede)
- Sabato 24 Marzo (GMG diocesana – dedicata alla Speranza)
- Sabato 19 Maggio (Veglia di Pentecoste – dedicata alla Carità)

 

Le pagine del nostro sito impiegano cookie necessari alla fornitura del servizio. Cliccando su Ok ne consenti l'uso.